Guadagnare con Youtube

Guadagnare con Youtube

In tempi di crisi come quelli che stiamo vivendo ogni piccolo introito diventa prezioso. E allora perché non sfruttare le risorse del web per arrotondare lo stipendio e guadagnare su internet?

Vi è mai capitato di saltare da un video all’altro su YouTube? Magari durante una serata d’inverno quando alla tv non trasmettono nulla di interessante?

Beh, probabilmente qualcuno sarà stato ben contento della vostra visita. Sul noto tubo infatti gli utenti possono caricare di tutto e in maniera completamente autonoma. Il sistema favorisce l’interazione: terminata la visualizzazione di un video ve ne suggerisce subito un altro, creando una catena che è difficile spezzare.

D’altronde, YouTube è il terzo sito al mondo per visite annuali, preceduto solamente da Google e Facebook, con cui, peraltro, si integra alla perfezione.

Ogni visualizzazione è retribuita in maniera esponenziale. Ovvero, più un video è virale, più viene visto e condiviso e più si viene retribuiti. Non a caso solamente nei canali più affollati, prima dell’inizio del video compaiono sempre dei messaggi pubblicitari della durata di alcuni secondi che non è possibile evitare, e che gli utenti devono sorbire passivamente in attesa del caricamento del video a cui sono interessati. Alcune schermate pubblicitarie si possono interrompere dopo qualche secondo, ma altre durano più a lungo, senza possibilità di interruzione manuale da parte dell’utente. Questa seconda tipologia di solito compare proprio nei video più richiesti. I video inseriti su canali poco frequentati o che non hanno ancora molte visite si aprono invece senza spot pubblicitari introduttivi. Questo è il guadagno per “impressions”, per impressioni, che è poco redditizio a meno che non raggiungiate visualizzazioni mostruose. C’è poi un altro sistema che è quello dei banner pubblicitari che compaiono in basso al centro del video. E’ possibile inserirli grazie al programma di Google Adsense, che, rispetto al metodo precedente, è molto più remunerativo proprio perché è l’utente stesso a cliccarci sopra e ad essere reindirizzato sul sito pubblicizzato. La ricompensa promessa da Adsense è più alta per questo. Mentre nel primo caso gli spot sono inseriti a random dal sistema in questo è solo grazie al vostro video che l’utente (potenziale cliente del sito sponsorizzato) arriva sul sito proposto dal banner. Oltre ad Adsense, sono svariati i programmi di partnership presenti sulla rete, basta collegare il vostro account e verrete retribuiti, sempre con i soliti metodi di visualizzazioni/banner. In termini monetari si parla di circa un dollaro per 1000 visualizzazione per ciò che riguarda youtube. L’incasso su Adsense è invece variabile sulla base di tanti fattori: numero di click, nazione di provenienza ecc.

Perché allora non trasformarsi in YouTubers (come vengono chiamati gli utenti attivi del tubo), fare il salto e passare dall’altro lato dello schermo, cominciando a guadagnare con youtube?

Come per ogni social network il primo passo è l’iscrizione. Nel 2006, il colosso Google ha acquistato il portale YouTube. Proprio a causa di questa fusione ad oggi è impossibile iscriversi a “the Tube” se prima non si possiede una email su GMail, l’email di Google, appunto. Una volta creata la mail, accedere è molto semplice: si va nella schermata principale del sito e si inserisce l’indirizzo mail e la password utilizzata per la casella di posta elettronica. L’accesso consente non solo la pubblicazione dei video, ma anche l’iscrizione ai nostri canali preferiti (per poterli ritrovare sulla home ad ogni accesso senza doverli cercare nuovamente), permette di commentare i video di altri utenti o partecipare ai Live-video, insieme ad una lista di tante altre funzioni. Insomma, per dirla in termini da Youtubers creare le nostre “cerchie”.

Il secondo passo è quello di collegare Adsense a Youtube. La procedura di collegamento è molto semplice, visto che si tratta di due piattaforme appartenenti al gruppo Google. Il problema è ottenere un account Adsense convalidato. Poiché si tratta di un sistema che consente di guadagnare online e per questo vengono richieste tutte le credenziali, tra cui il vostro iban o gli estremi dalla carta di credito per il pagamento e alcune garanzie web. Niente di spaventoso, ma Adsense prima di convalidare il vostro account verificherà che siate realmente attivi su internet e non vi occupiate solo di spammare. L’account Adsense può essere utilizzato anche su blog e siti internet e consente una personalizzazione da parte dell’utente. Ad esempio vi consente di escludere dai vostri banner determinate categorie di pubblicità.

Bene, ora abbiamo il nostro account Youtube e il nostro collegamento Adsense, non ci resta che cominciare a pubblicare. Ma cosa?

Se da un fare, i numeri da capogiro sono le major discografiche, cinematografiche o legate allo sport, che pubblicano i loro video principalmente su Vevo e che raggiungono milioni di visualizzazioni in pochi minuti, per contro, la vera anima del social network sono gli utilizzatori comuni. I 15 minuti di celebrità qui sono garantiti a tutti, ogni persona può fare soldi su internet grazie al proprio talento, alla propria passione o semplicemente mettendosi in mostra. Basta semplicemente portare un po’ di se stessi nella rete. Ma quali sono le categorie più seguite?

Come diventare uno Youtuber di successo con migliaia d’iscritti

Beh su Youtube…spopolano le ragazze! Che non fanno altro che fare quello che fanno normalmente…ma guadagnando! Una categoria di video molto apprezzata sono i cosiddetti Vlog, quelli di Greta Menchi, per capirci. Occorre una piccola videocamera, anche quella di uno smartphone e si va in giro a fare shopping, in vacanza, in disco con gli amici, continuando a parlare delle cose che si stanno facendo nel momento. Una veloce modifica del video e poi si posta il video. Le più affezionate ai “Vlog” sono le youtubers che si occupano di moda e make-up. In questa sezione rientrano anche le Blogger, termine in auge di questi tempi, che si interessano alla recensione di prodotti o alla realizzazione di tutorial. Gli argomenti preferiti sono sempre i vestiti, gli abbinamenti tra essi, detti “outfit”, i trucchi, le unghie ecc.Alcune di queste ragazze sono delle vere star che hanno varcato i confini del web e sono approdate in tv, creando un lavoro vero e proprio da quello che era solamente “pubblicare video su internet”.

Come tutti coloro che raggiungano una discreta fama molte “Blogger” sono scimmiottate. Non manca infatti la categoria delle parodie (e qui, manco a dirlo, abbondano i ragazzi) Si vestono e si atteggiano da ragazza Blogger creano un video. Il settore delle parodie e delle imitazioni è molto forte su YouTube e non mancano nemmeno le candid camera e gli esperimenti sociali. Ci sono interi canali, sia italiani che non, che si dedicano esclusivamente a questo.

Ci sono poi i maestri. Chi ha una passione o conosce a fondo un argomento e lo condivide. Ed ecco che nascono scuole di chitarra, lezioni di inglese e lingue in genere, ricette di cucina, passi danza, riparazioni di smartphone, recensioni di prodotti, test di auto o elettrodomestici, corsi di fitness e via dicendo. Se sapete fare qualcosa potete farlo su Youtube, e oltre alla soddisfazione personale riceverete denaro vero.

Telecamera per YoutubeA volte non serve nemmeno saper fare qualcosa meglio di altri, basta saper parlare. Se avete un messaggio da comunicare, idee e opinioni che non volete tenere per voi basta dirle di fronte ad una telecamera e condividerle sul sito.

A proposito di telecamere. Ogni tipo di video ne richiede una. Questo però non significa che dovete spendere un patrimonio. Se avete intenzione di fare sul serio probabilmente un comune smartphone potrebbe non bastare, soprattutto se eseguite tutorial e dovete riprendervi a mani libere. In commercio esistono tante videocamere HD di ridotte dimensioni che consentono di trasferire i video sul pc velocemente e possono poggiare su dei supporti fissi. Con una piccola spesa avrete il vostro mini studio personale, una sala riprese da perfezionare al meglio con arredamenti e luci.

Per provare a guadagnare con Youtube, non vi resta che premere su rec!

1 opinione su Guadagnare con Youtube

Lascia un commento...è gratis...

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *