Come guadagnare vendendo oggetti usati

Imballaggio di oggetto usato da vendere online

Oggi vedremo come guadagnare vendendo oggetti usati, di antiquariato e da collezione acquistandoli e rivendendoli a prezzi maggiori su eBay. Per fare soldi con questo metodo, bisogna indubbiamente avere l’occhio per gli affari, capire quanto vale la roba usata da vendere e conoscere le procedura di vendita online.

Tutti voi saprete come vendere vecchi oggetti e guadagnare con Ebay. Effettivamente si tratta del sito di aste online e vendita usato numero uno in Italia (ma non solo), utilizzato ogni giorno da milioni di utenti. In questo articolo vedremo come comprare ad un prezzo conveniente e rivendere ad un prezzo maggiorato oggetti usati, principalmente di antiquariato.

Insomma, come si suol dire in gergo, facciamo un po’ di speculazione spingendoci fino al massimo del valore di un oggetto!

Su Ebay, gli utenti meno esperti nell’ansia di raggiungere velocemente un buon numero di commenti positivi, svendono prodotti usati di vario genere. Valutate attentamente l’oggetto e quanto effettivamente possa portare di profitto, al netto della vendita, delle tariffe di eBay, eventuali commissioni Paypal e costi di spedizione e imballaggio. Prima di avventurarsi nell’acquisto è importante analizzare tutti questi aspetti, affinché quello che all’inizio è considerato un profitto non si tramuti in una perdita sia di tempo che di denaro.

In alternativa ad eBay potete usare i classici siti di annunci economici, tipo Subito.it, dove non c’è alcuna commissione obbligatoria.

Comprando e rivendendo oggetti usati si ottiene un piccolo guadagno che può invece sensibilmente aumentare se decidete di puntare sull’antiquariato. Infatti, ed è proprio con l’antiquariato che si fanno i migliori affari.

Probabilmente vi chiederete ma come si può riconoscere un’occasione d’antiquariato? Dare una risposta secca è difficile, quello che dovete tenere in considerazione al primo posto è il rapporto qualità-prezzo.

Il consiglio è di iniziare acquistando oggetti funzionali. Così, dopo aver stabilito il budget, potete comprare articoli di pronto uso, come ad esempio utensili da cucina, piatti vintage, bicchieri, posate oppure mobili (il cui rendimento può essere molto remunerativo) come ad esempio una credenza.

Sarebbe opportuno acquistare di presenza, in modo tale da verificare effettivamente la qualità e la presenza di eventuali difetti, anche, se poi, spesso i migliori affari si fanno sui siti specializzati in questo settore.

Siti per vendere oggetti di antiquariato

Ci sono tre principali aree di mercato per vendere antiquariato online: antiquariati, aste, tipo eBay e siti di annunci gratuiti.

Gli antiquariati come nella realtà rappresentano spesso un modo semplice e rapido per monetizzare, anche se a volte l’oggetto viene valutato ad un prezzo inferiore.

Rivolgersi ad un antiquario online presenta il vantaggio di avere una preventiva valutazione del prodotto.

Valutiamo.it e 62days.it sono due tra i migliori siti web che, inviando semplicemente una o più foto dell’oggetto, sono in grado di dirvi quale sia il reale prezzo di mercato del vostro oggetto d’antiquariato.

Se invece avete le idee chiare o semplicemente non vi fidate degli antiquari, potete creare un’inserzione ad hoc su eBay, valutando attentamente tutti i vari costi.

Infine, l’annuncio economico rappresenta un modo totalmente autonomo e soprattutto gratuito per gestire la rivendita dell’antiquariato. Se i vostri articoli rientrano nel settore della pittura, allora il punto di riferimento è venderequadri diversamente se avete mobili antichi, da rivendere c’è mercatinoantico.

Il funzionamento è simile a qualsiasi sito di annunci, nessuna commissione e pubblicazione gratuita per 60 giorni.

Infine, ricordatevi che indipendentemente da ciò che vendete, alcuni articoli potrebbero monetizzare velocemente mentre altri richiedere più tempo.

Lascia un commento...è gratis...

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *