Truffe nel Forex Trading online, come non cadere nella rete

Squalo che attacca due persone

Il trading online è un lavoro e non certo un gioco in cui si scommette denaro, quindi è meglio conoscere i comuni raggiri e truffe prima di perdere tutto il capitale.

Raggiri e truffe nel trading

Mai fidarsi delle apparenze, soprattutto in un’attività complessa come il trading online. In realtà, essa è una possibile forma di guadagno.

È bene chiarire sin da subito che per avere un guadagno sostanzioso, bisogna dedicarsi con impegno e tenacia a questa attività, anche se solo per arrotondare lo stipendio o guadagnare soldi da casa.

Investire in questo tipo di attività è rischioso e non privo di rischi, ma non si può dire che il trading online è una truffa senza sapere in che cosa consiste questa sorta di lavoro.

Questa diceria è stata messa in giro da aspiranti trader delusi da false promesse, come guadagnare 5000 Euro al giorno applicando strategie specifiche, o dopo aver pagato dei tutor che, tramite Skype, potessero tenere delle lezioni specifiche sul trading e sull’investire nei vari asset.

Certamente, non esistono software a pagamento che possano rompere gli schemi del mercato azionario e non allo scopo di far guadagnare, quindi è meglio mettersi il cuore in pace e iniziare a impegnarsi sul serio se si vuole diventare trader.

Diventare trader non significa essere milionari

Dopo aver fatto chiarezza sul fatto che pretendere di diventare dei trader esperti in una sola notte è una pura e semplice utopia, bisogna anche guardarsi dalle vere e proprie truffe che circolano nell’ambito del trading online ed evitarle come un morbo pericoloso o una sostanza tossica e radioattiva.

È vero, sono parole forti, ma dispiace quando un’attività che potrebbe essere la soluzione alla crisi economica che sta dilaniando milioni di italiani possa essere sfruttata solo per guadagnare sulle disgrazie altrui.

Tutti hanno uno smartphone collegato ad Internet, o un tablet, o un pc a casa, e piuttosto che attendere la lettera di licenziamento nelle quattro mura domestiche per poi richiedere la disoccupazione in attesa di un nuovo impiego, o fare due lavori per mantenere la famiglia, studiando diligentemente e seguendo alcuni consigli ci si può permettere di pagare le bollette o addirittura il mutuo e vivere dignitosamente solo sfruttando il trading.

Non è la pentola d’oro di San Patrizio e no sarà mai uno strumento per diventare milionari, bensì per arrotondare lo stipendio o, per chi ha più tempo da dedicare a numeri, quotazioni e grafici, diventare una rendita.

Truffe Forex Trading più comuni

Se il trading non è una truffa di per sé, navigando in Rete si possono trovare delle truffe sul Forex che bisogna evitare allo scopo di salvaguardare i propri risparmi.

Ci sono dei broker gestiti da truffatori e abilissimi hacker che, con la scusa di iscrivere il malcapitato investitore al loro sito fuffa, gli estorcono dati sensibili come il numero della carta di credito e la carta di identità, ad esempio, oltre al numero di cellulare.

È bene non fidarsi mai di chi richiede una documentazione del genere e non ha nessuna autorizzazione ( per l’Italia, la CONSOB), in quanto si può andare incontro a pericoli veramente seri come il furto di identità e la perdita di tutto il capitale della carta di credito.

Inoltre, c’è broker e broker, vale a dire che se si è più portati per gli investimenti tradizionali piuttosto che sulle monete virtuali, è bene cercare una piattaforma specializzata in quella materia, ma non certo dei programmi spacciati per trading automatico il cui scopo è quello di far diventare milionari se scaricati nel proprio device.

In primis, non costerebbero solamente poche centinaia di Euro e non ci vuole un genio per capire i pericoli a cui si va incontro, scaricando software in un computer non protetto da un buon antivirus.

Lascia un commento...è gratis...

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *