Coworking – Alternativa al lavoro da casa

Coworking

Il coworking è una realtà decollata negli ultimi anni come alternativa al lavoro da casa o dal proprio ufficio. In città come Milano e Roma, se ne possono trovare diversi, semplicemente cercando su Google Maps. Ma di cosa si tratta?

Co-working è una parola composta che viene generalmente utilizzata per descrivere qualsiasi situazione in cui due o più persone lavorano nello stesso ambiente, ma non necessariamente per la stessa azienda.

Invece di lavorare in luoghi separati, i professionisti e altre persone che godono di una flessibilità lavorativa, condividono lo stesso ambiente di lavoro. L’attività può essere su base occasionale o per regolari ore di lavoro a tempo pieno, a seconda delle preferenze.

I vantaggi che offre il coworking sono la flessibilità e le opportunità di networking con persone interessanti. Inoltre non è da trascurare l’alienazione che inevitabilmente si viene creare quando si lavora da casa, da soli. A tal proposito ho scritto un articolo per descrivere i vantaggi, ma soprattutto gli svantaggi del lavoro da casa. Lavorare da soli ha molti vantaggi, ma presenta anche aspetti negativi come ad esempio sentirsi isolato e meno possibilità di crescita personale.

Uno spazio di coworking è spesso un ambiente aggregativo e di socializzazione simile ad una sala meeting, ma può anche essere un’ambientazione da ufficio o persino la propria casa o un loft privato. L’idea principale è che i singoli lavoratori si riuniscano in un luogo condiviso per godere di una maggiore produttività e di un senso di comunità.

Oltre a creare una situazione più adatta al lavoro, gli spazi di coworking sono costruiti attorno all’idea di costruire una comunità in cui si collabora con tutti gli altri dipendenti, anche se di aziende diverse.

A chi è rivolto il coworking

L’aspetto più attraente del coworking è l’ambiente creativo e il senso di comunità di professionisti che condividono la stessa mentalità. Sicuramente è l’ambiente ideale per chi si occupa di web marketing e per tutte quelle situazioni che possiamo categorizzare come lavori creativi.

Può essere un’idea anche per le società in fase di startup. Gestire una piccola impresa in un coworking offre molti vantaggi, senza permuta e senza affitto da pagare, si ha più tempo per lavorare sul business e si hanno più profitti da depositare in banca. I proprietari di imprese che devono incontrare i clienti, in genere hanno bisogno di un ambiente diverso da un ufficio domestico per il proprio business. Fortunatamente, se non è possibile o non si vuole gestire la propria attività da casa ci sono delle alternative da considerare.

Oggi il coworking fa appello ai telelavoratori che lavorano per aziende più grandi, liberi professionisti e piccole imprese (sia stabilite che start-up). Gli spazi di coworking forniscono un accesso libero ad Internet e altri servizi insieme ad una propria scrivania. Per molti utenti, l’attrazione principale di uno spazio di coworking è l’aspetto comunitario.

Come è strutturato uno spazio di coworking

L’azienda gestisce social caffè, offre lezioni di lavoro all’ora di pranzo, organizza feste e altri eventi per aiutare i suoi membri a conoscersi e fare amicizia. La maggior parte dei frequentatori abituali si conoscono, è come andare in qualsiasi ufficio, andare a pranzo insieme, condividere i successi degli altri e spesso ricevere aiuto nella struttura quando si ha bisogno.

I proprietari di imprese che preferiscono un ufficio privato ma non vogliono pagare per arredarlo o firmare contratti d’affitto pluriennali, spesso optano per l’affitto di una suite per ufficio arredata a tempo parziale, a tempo pieno o secondo le proprie necessità. Queste società, che operano in molte città e aree suburbane, mettono a disposizione singoli uffici per il noleggio e forniscono servizi Internet e telefonici, receptionist condivisa, disponibilità di sale conferenza, indirizzo aziendale, ricezione e inoltro della posta e altri servizi, a seconda del pacchetto che si acquista. Un altro vantaggio del coworking è il potenziale per il networking.

Molti spazi di coworking offrono servizi come cucine fornite di snack e bevande, internet ad alta velocità, stampanti, sale riunioni e persino divani e altri luoghi per fare una pausa confortevole. Il più grande svantaggio del coworking è che non è gratuito e che si possono avere distrazioni come quando si lavora in un normale ufficio come ad esempio: interruzioni da parte di altri dipendenti, rumori vari e meno privacy. Il vantaggio più grande invece, è avere una maggiore sinergia lavortaiva con gli altri professionisti.

Lascia un commento...è gratis...

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *