Come fare trading con i Bitcoins

Trading Bitcoin

Una delle domande più ricorrenti che ricevo riguardo il Bitcoin, è come fare trading con questa singolare valuta. Se anche tu ti stai domandando come tradare Bitcoins, forse sei capitato nel posto giusto.

Chiariamo subito che il trading in questo singolare mercato non consiste soltanto nel comprare e vendere Bitcoins. Esistono infatti anche le alt currencies, valute “figlie” del Bitcoin. I margini di profitto e perdita sono superiori, in quanto la liquidità immessa nel mercato è minore, ma le tempistiche sono molto meno dilazionate. Tanto per rendersi conto, il valore del  Bitcoin può avere oscillazioni giornaliere intorno al 10-50%, mentre le alt currencies hanno una volatilità che raggiungere facilmente il 100-500%, se non oltre.

Un trader è in continua ricerca delle migliori opportunità di compravendita. Talvolta, queste opportunità si presentano sotto forma di mercati completamente nuovi.

Personalmente m’interesso alle criptomonete già da qualche anno, ma sono ancora molto riluttante a tradarle. Ritengo che ci sia un rischio eccessivo, soprattutto per il trader medio. Dopo aver fatto un po’ di ricerche, ho scoperto però che ci sono enormi opportunità, ma tuttavia i rischi rimango ancora troppo alti.

Con questo articolo, voglio condividere la mia conoscenza sui mercati delle criptovalute e fornire una guida che spero sia utile per muovere i primi passi nel trading di Bitcoins. Purtroppo la situazione è in continuo aggiornamento, e magari quando leggerai questa guida, le condizioni saranno completamente cambiate.

Per gli esperti di Bitcoins, tutto quello che segue sembrerà molto banale, ma il mio obiettivo è rendere semplici queste informazioni, in modo che i principianti possano valutare correttamente rischi e opportunità.

Che cos’è il Bitcoin?

Cominciamo dall’inizio. Potrei fornirti una spiegazione molto tecnica, cosa che ho già fatto in un articolo apposito, ma qui dobbiamo essere comprensibili, per tanto definiamo le criptomonete come soldi contenuti all’interno di un software.

Per l’utente medio, il Bitcoin funziona come un qualsiasi processore di pagamento: PayPal, Neteller o Western Union. Tuttavia ci sono grosse differenze. Le piattaforme che abbiamo elencato hanno forti limitazioni su ciò che si può e non si può fare. Ad esempio, con Paypal non è possibile inviare/ricevere denaro da alcuni paesi (come la Nigeria). Le criptomonete vogliono rendere le transazioni finanziarie accessibili a tutto il mondo.

Dobbiamo considerare le criptomonete come denaro reale a tutti gli effetti. Datti un’occhiata intorno, sono tantissime le realtà commerciali che inseriscono il Bitcoin tra i metodi di pagamento accettati. Certo la strada è ancora lunga, ma siamo già a buon punto.

Rischi del trading con le criptomonete

Ora che abbiamo chiaro il presupposto, vediamo quali sono i rischi di trading con le criptomonete. Ce ne sono parecchi, ma voglio evidenziarne tre che ritengo fondamentali.

Il Bitcoin potrebbe sparire da un giorno all’altro

Ti sembra un’ipotesi troppo improbabile? Forse, ma ricordati che stiamo parlando di una tecnologia. Quante innovazioni tecnologiche sono scomparse lasciando spazio ad altre?

E poi ricordiamoci che esiste un limite prefissato per i Bitcoins in circolazione. Cosa ci garantisce che un bel giorno, la FED acquisti tutti i Bitcoins e li faccia sparire dalla faccia dalla Terra?

È richiesta una certa competenza tecnica

Non c’è bisogno di sapere come codificare, ma se non sei “bravo col computer”, ti consiglio di stare lontano dal Bitcoin, almeno fino a quando non si cominciano a sviluppare interfacce più user friendly.

Non fraintendermi, non ti reputo uno stupido, dico solo che se non possiedi una certa dimestichezza con il tuo sistema operativo, allora è meglio non farsi coinvolgere da questo mercato.

Broker esposti al rischio

Quante volte, in questo sito, ho parlato del rischio determinato dal broker? Bene, nel trading con i Bitcoins dobbiamo considerare doppiamente questo parametro. Non solo per quanto riguarda la loro buona fede, ma anche per le tante incognite connesse con questa tecnologia.

Possiamo minimizzare questo rischio, spostando i Bitcoins dal loro wallet il prima possibile, ma dobbiamo prima capire che cos’è un wallet Bitcoin…. Vedi come il punto precedente rimane valido?!

Trading con le criptovalute

Per tutte le questioni tecniche, rimandiamo il lettore all’articolo dedicato al funzionamento del Bitcoin. Torniamo al punto centrale della questione. Dove possiamo fare trading con i Bitcoins?

Parlo di Bitcoins veri, non CFD emessi dal Broker. In quel caso siamo in tutto altro ambito e vi rimando agli articoli relativi al Forex in generale.

Le piattaforme più rinomate per commerciare con le criptovalute sono le seguenti:

  • Poloniex
  • Kraken
  • Coin Base
  • Bitfinex
  • ShapeShift

Ogni piattaforma ha le proprie regole, quindi assicurati di capirle prima di negoziare qualsiasi quantità di denaro. Ad esempio, su ShapeShift non è nemmeno necessario aprire un conto. Può sembrare strano, ma dopo essere entrati nel meccanismo, tutto acquisterà un senso.

Monitorare l’andamento delle criptovalute

Probabilmente avrai bisogno di un’applicazione per tenere traccia dei prezzi sul tuo telefono cellulare. Ecco un paio di applicazioni che ritengo molto valide. Non permettono la compravendita e la memorizzazione di criptovalute, ma servono solo per osservare l’andamento del mercato.

Blockfolio: una semplice app che permette di impostare una watchlist e aggiungere i trades in corso. Il sistema tiene traccia del proprio wallet, considerando equity e saldo. Una funzione molto utile è la possibilità d’impostare i prezzi in una qualsiasi valuta. Le altre applicazioni permettono la sola visualizzazione del valore in Bitcoin, a mio avviso una grossa limitazione.

Coincap: questa applicazione consente di visualizzare le valute in base alla liquidità di mercato, al volume e ad altri fattori di classificazione, molto utile per vedere cosa viene attivamente scambiato. Visualizza i prezzi nella valuta scelta.

Che cosa muove i prezzi del Bitcoin?

Ci sono moli parametri che possono influenzare il prezzo di una criptovaluta… a volte anche molto rapidamente. Naturalmente, non posso darti alcuna garanzia che questi fattori faranno realmente muovere il mercato. Mi baso solamente su quanto è successo fino ad oggi.

Ampliamento dell’offerta

Quando Coinbase aggiunse Litecoin alla sua lista di criptomonete, è stata raggiunta una base di utenti molto ampia. Da quel momento, il valore del Litecoin ha iniziato a salire vertiginosamente e non è più sceso.

Andamento Litecoin

Potrebbe essere semplicemente una coincidenza, ma è molto probabile che l’esposizione del Litecoin all’utenza di Coinbase abbia contribuito ad aumentarne il prezzo.

Per cui, quando un grande exchanger fa intendere la sua intenzione di ampliare l’offerta, prendete nota e acquistate la criptomoneta in oggetto.

Miglioramenti del protocollo Bitcoin

Negli ultimi anni, nella comunità Bitcoin si è discusso molto sull’aggiornamento delle funzioni fondamentali. La discussione principale ruotava intorno alla velocità di transazione, effettivamente molto lenta. Per effettuare una singola transazione possono essere necessari circa 30 minuti o anche più.

Dopo accesi dibattiti, si è arrivati infine alla creazione di Bitcoin Cash. Con l’introduzione di Bitcoin Cash, il Bitcoin ha raggiunto nuovi massimi.

Introduzione Bitcoin Cash

Fuga di notizie

In qualsiasi mercato, le notizie possono influenzare il prezzo di un titolo. Se la tua strategia di trading è basata sulle news, fai molta attenzione, devi essere abile a cogliere il momento. Come si dice in gergo “buy the rumors and sell the news”.

Qualità del wallet

Nel panorama delle criptovalute, non ci sono i traders. Ci sono anche molte persone che vogliono semplicemente comprare Bitcoins e conservarli per i prossimi anni. In questo contesto, l’elemento più importante è il software che permette la memorizzazione della criptovaluta.

Quindi, se una criptomoneta non ha un buon portafoglio, gli investitori difficilmente la compreranno. Ma non appena viene sviluppato un buon wallet, la moneta sarà accessibile alle masse.

Cercare un’opportunità di acquisto, subito dopo il lancio del primo portafoglio di buon qualità, potrebbe portare un buon profitto a breve termine.

Applicazioni della piattaforma

Alcune piattaforme ospitano altre applicazioni con le loro rispettive valute. Se la piattaforma ha successo, questo può avere un effetto positivo sulle valute sottostanti.

Quindi, se state utilizzando una piattaforma multicurrency, date un’occhiata all’andamento delle valute sottostanti.

Regolamentazione governativa

Anche se le criptomonete sono indipendenti dalle banche centrali, le politiche governative hanno un effetto enorme sul loro valore.

Un esempio è quello del Venezuela, dove il governo ha iniziato a reprimere il mining del Bitcon perché considerato illegale, anche se non esistono leggi in materia. La repressione ha spinto molti minatori ad operare in clandestinità o a spostarsi verso i rivali di Bitcoin, Ethereum e Zcash.

Questo potrebbe accadere in qualsiasi paese. Negli Stati Uniti, la SEC ha già vietato alcune offerte iniziali di monete (ICO), a causa del potenziale pericolo di pump & dump.

Conclusioni

Questo è quanto c’è da sapere sul trading con criptovalute e Bitcoin. Spero di esserti stato utile nel risolvere tutti i tuoi dubbi. Sicuramente torneremo sull’argomento, approfondendo gli aspetti che abbiamo menzionato.

Se hai ulteriori domande o commenti da fare, puoi lasciarli qui sotto.

Lascia un commento...è gratis...

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *