Bitcoin e criptovalute: come funziona la compravendita delle monete digitali

Compravendita Bitcoin

I clamori riguardo all’andamento delle quotazioni delle tante criptovalute oggi disponibili al mondo sono ancora vivi e molte sono le notizie che ogni giorno ci raccontano cosa avviene ai bitcoin o agli ethereum. Anche chi non ha alcun tipo di interesse nel mondo del forex o della finanza ha ormai ben chiaro cosa siano le criptovalute; non tutti però sanno come si possono acquistare le monete digitali e come le si può utilizzare nel quotidiano.

Le piattaforme di cambio

Se una persona intende acquistare degli Yen, o dei dollari, può recarsi in una qualsiasi banca e richiedere di cambiare gli euro che possiede in una qualsiasi moneta con regolare corso di validità. Gli saranno consegnate delle banconote, che potrà utilizzare nel Paese in cui la valuta scelta viene utilizzata. Ma se invece si volessero acquistare dei bitcoin, o degli ethereum o dei litecoin?

La questione è ben diversa, in quanto queste valute non sono disponibili sotto forma di banconota, ma si devono conservare in un portafoglio digitale, per poi utilizzarle per tutti quei pagamenti che ne ammettono l’uso.

A parte i bitcoin, per i quali anche in Italia sono disponibili degli sportelli ATM che permettono di acquistarli tramite una normale carta di credito o di debito, per tutte le monete digitali il cambio avviene presso apposite piattaforme. Online ce ne sono diverse, come ad esempio bitstamp, e ognuna di esse consente di comprare o vendere varie tipologie di criptovalute. Visto che oggi sono disponibili varie decine di queste monete digitali, non tutte le piattaforme di cambio si occupano di tutte quelle esistenti.

Come procedere

Quindi, per acquistare una data cifra in una moneta virtuale è sufficiente accedere ad una piattaforma di cambio; in seguito è possibile aprire un conto, indicando le proprie generalità. Quando il conto è attivo sarà possibile cambiare gli euro in proprio possesso nella criptovaluta desiderata; alcune piattaforme si occupano anche di conservarle in un apposito portafoglio elettronico. Altre invece permettono al cliente di spostare la valuta ovunque egli voglia. Ce ne son anche di particolari che mettono in contatto tra loro i singoli privati cittadini che intendono vendere o acquistare criptovalute. Ovviamente per tale servizio è necessario pagare un piccolo costo, in genere di entità veramente leggera.

Come si guadagna

Ora possediamo un certo ammontare in una qualsiasi criptovaluta. Come possiamo guadagnare da questo tipo di transazione? Si tratta di una semplice compravendita, quindi possiamo attendere che il valore aumenti, per rivendere la nostra criptovaluta e ottenere un guadagno. Questo tipo di operazione è aperta a tutti, anche perché ci sono delle criptovalute che hanno un valore non eccessivamente alto; anche con poche decine di euro è quindi possibile prendere parte a questo tipo di mercato, ovviamente però i guadagni saranno commisurati all’investimento effettuato. Un altro modo per guadagnare sulle criptovalute consiste nell’utilizzare i CFD. In questo caso non si acquista nulla, ma si specula sull’andamento di una o più criptovalute. Se si effettua una previsione corretta si possono guadagnare cifre significative.

Lascia un commento...è gratis...

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *