Lavoro da casa: Vantaggi e svantaggi

Pro e contro del lavoro da casa

Svolgere un’attività online, nella maggior parte dei casi significa quasi necessariamente lavorare da casa. La maggior parte di noi inizia a lavorare come blogger per passione, per hobby, e lo fa in contemporanea con altre attività lavorative.

Alcuni di questi riescono ad un certo punto a lasciare il proprio lavoro e a dedicarsi interamente al lavoro su internet, da casa e totalmente indipendente.

Tuttavia sappiamo che questo non significa che la vita migliori o si lavori di meno, anzi spesso lavorare a casa si traduce in massacranti sessioni di ore che si protraggono fino alle ore notturne, proprio perché, a differenza del lavoro in ufficio, non abbiamo degli orari di lavoro fissi e non timbriamo cartellini.

Come tutte le cose ci sono aspetti positivi e lati negativi. In questo articolo voglio condividere con voi la mia esperienza, indicando tutti i pro e contro che mi vengono in mente.

Vantaggi del lavoro da casa

Vediamo oggi una breve lista di quelli che sono i Pro del lavoro da casa:

Flessibilità

Il più grande vantaggio del lavoro da casa è la flessibilità che avete nel gestire i vostri incarichi:

  • Non avrete più il terrore di non sentire la sveglia suonare
  • Potete lavorare quando volete, e come volete (in questo momento sono seduto sul divano col portatile in braccio)
  • Potete lavorare in pigiama o in mutande, ascoltare la musica che preferite e alzarvi dalla sedia tutte le volte che volete
  • Se vi sentite più produttivi durante le ore notturne (come me) allora siete liberi di farlo

Non ci sono “boss” a controllarvi

Non ho mai sopportato di sentirmi dire quello che devo o non devo fare (anche se a dire il vero l’ambiente di lavoro in cui passo le mie mattinate è molto rilassato).

È vero anche che si riduce il livello di stress per eventuali critiche per ritardi di consegna e quant’altro. Se, lavorando da casa, non fate in tempo a finire un progetto, l’unica persona che può rimproverarvi siete voi stessi, e credo che siate molto buoni 🙂

È più salutare

Se siete amanti dello sport, potrete soffrire quando vi accorgerete che otto ore in ufficio potrebbero impedirvi di esercitare le vostre attività preferite (a meno che non decidiate di praticarle di notte, ma i livelli di energia sono molto bassi).

Da quando lavoro mezza giornata a casa, le mie abitudini sono cambiate; ogni ora prendo una pausa e faccio delle flessioni, degli addominali o esco a fare una corsetta (oltre ai 16 km per andare e tornare dal lavoro in bici). Lavorando tutto il giorno in ufficio non riuscivo a fare nient’altro che buttarmi sul letto col mal di testa.

Un’altra cosa che è migliorata, è la mia alimentazione. Prima, durante la pausa pranzo, non tornavo a casa a mangiare – il tempo non me lo permetteva – e mi trovavo a mangiare ora in una pizzeria, ora in un’altra, mettendo ogni giorno a repentaglio il mio stomaco (e il mio colesterolo), oltre al mio portafogli.

Ora a casa posso godere tutti i giorni di lauti manicaretti preparati da mia moglie, saporiti, salutari ed economici.

Più tempo per la famiglia

C’è un momento nella vita in cui bisogna iniziare a pensare di farsi una famiglia. Lavorare a casa mi ha permesso di stare più vicino e mia moglie e ai miei figli (spesso lavoro con mio figlio in braccio che osserva quello che faccio…sarà un futuro informatico!!). A dire il vero ciò che mi ha convinto a lasciare il lavoro per mezza giornata è stata proprio l’esigenza di stare più vicino ed aiutare mia moglie.

Si può lavorare in qualsiasi posto

Che siate in aeroporto, in vacanza alle Maldive, a casa di un amico, vi basterà avere una connessione ad internet per poter fare il vostro lavoro di blogger.

Una cosa che dico sempre a mia moglie è questa: “Quando guadagnerò abbastanza dai bLog da potermi permettere di vivere tranquillamente, ci trasferiremo in Grecia in una bella casetta sul mare e lavoreremo da li!”.

Non male come idea, e neanche impossibile da realizzare. Unico limite: assicuratevi che ci sia una presa del telefono o un segnale wi-fi nei dintorni.

Avere la possibilità di scegliere il posto in cui lavorare è una cosa fantastica.

I contro del lavoro da casa

Nella prima parte del post ho elencato quelli che sono i vantaggi del lavoro da casa, come libertà di gestione dei tempi e dei luoghi di lavoro, più tempo da dedicare a se stessi e alla propria famiglia.

Oggi vi propongo il rovescio della medaglia e cioè quelli che sono:

Ti senti solo

Se l’interazione sociale è ciò di cui hai bisogno durante la tua giornata, allora lavorare da casa potrebbe non essere l’ideale. Ci sono persone che hanno bisogno di essere circondate di gente in ogni momento per comunicare e per confrontarsi.

I software di istant messaging, come Skype e Messenger possono aiutare (ma nel mio caso sono un disturbo continuo, anche se sappiamo che si tratta di un futile sostituto al contatto “reale”.

Ci sono molte distrazioni

Se vivi da solo non dovrebbero esserci problemi. Se vivi con i tuoi genitori, amici, moglie e figli, allora preparati ad essere interrotto decine di volte durante la giornata.

Spesso la gente intorno a te ha difficoltà a capire che tu stai realmente lavorando quando sei a casa sul computer, quindi non si faranno scrupoli quando ti chiameranno per la minima sciocchezza o alzeranno al massimo il volume della radio.

La soluzione sta nel crearsi una stanza ad-hoc, una specie di ufficio interno, anche se difficilmente eliminerà il problema.

Richiede disciplina

Di sicuro amiamo il nostro lavoro (se lo facciamo) ma spesso è difficile rimanere concentrato sul computer quando vediamo che fuori il sole splende ed è una giornata ideale per passeggiare.

Se siete persone disciplinate allora non dovrebbe essere un problema per voi. Altro caso è se avete bisogno di un boss o di un collega per motivarvi a dovere (ecco perché io passo mezza giornata in ufficio e mezza a lavorare a casa; al mattino imparo a disciplinarmi…e a rubare qualche minuto al lavoro da dipendente 😀 )

Ci si trova sempre nello stesso posto

Uno dei (pochi) vantaggi del lavorare in ufficio è che c’è una distanza fisica tra casa e lavoro, che aiuta molto sia in senso fisico che psicologico.

Prima di tutto vi abitua a staccare la mente dal concetto di “lavoro” una volta usciti dall’ufficio, mentre lavorare a casa crea assilli e pensieri continui (…forse non ho inserito quel tag in modo corretto…devo rivedere il layout del mio blog…ho dimenticato di scrivere quella mail…)

Può essere eccessivamente monotono alzarsi a casa propria e passare tutto il giorno nelle stesse 4 mura; andare al centro commerciale può alleviare il problema, ma non risolverlo.

Io mi reco in ufficio in bicicletta e percorro 8 km ad andare e 8km a tornare, naturalmente è tutta pianura, ma mi aiuta a sentirmi in forma e a non sentirmi decrepito dopo ore seduto davanti al computer.

Difficoltà a parlare del tuo lavoro

Buona fortuna se riuscite a spiegare agli altri che cosa fate dalla mattina alla sera: “sono un blogger”… “ah, ma non ti sei più laureato?” risponderebbero gli altri.

Ho una vicina di casa di settant’anni che mi ha chiesto che lavoro facessi. Ho iniziato a sudare freddo e alla fine ho riposto: “sono un tecnico che ripara i computer, quelle cose che si usano oggi in banca”. Ve lo immaginate se le avessi detto: “lavoro nell’ambito dell’IT, in particolare curo 5 blog su diverse piattaforme e monetizzo i miei contenuti con Adsense e programmi di affiliazione”.

Naturalmente non mi interessa quello che gli altri pensano (specie quando sono dei nullafacenti), ma per alcuni può essere imbarazzante e creare alcuni problemi finanziari: immaginate di chiedere un mutuo e di dare come garanzie il vostro stipendio mensile di Adsense, cosa vi risponderebbe il consulente?

E voi cosa ne pensate? Avete già fatto il grande salto? Siete lavoratori dipendenti o vi godete le giornate lavorando in proprio?

Lascia un commento...è gratis...

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *